News

Per essere in regola con le norme della sicurezza sul lavoro, per le aziende, è obbligatorio tenere all’interno della propria attività almeno una cassetta di pronto soccorso.

L’Inail ha stanziato oltre sei milioni di euro per sostenere la ricerca sull'amianto destinati all’attività istituzionale di indagine sul fenomeno (tra cui rientra il Registro nazionale dei mesoteliomi-ReNaM) e a un innovativo programma di ricerca che mira a rafforzare le conoscenze sui rischi di esposizione a questa sostanza.

Dopo l’approvazione della Camera dei Deputati, avvenuta il 10 febbraio, ieri il provvedimento di conversione in legge, con modificazioni, del decreto legge 30 dicembre 2015, n. 210 - recante "proroga di termini previsti da disposizioni legislative” - ha avuto il via libera, dopo che era stata posta dal governo la questione di fiducia, anche del Senato.

Nuova circolare del Ministero del Lavoro: redazione del POS da parte delle aziende di fornitura del calcestruzzo.

Con la la nota n. 2597 del 10 febbraio 2016 Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali fornisce alcuni chiarimenti riguardo la redazione del Piano Operativo di Sicurezza (POS) da parte delle aziende fornitrici di calcestruzzo nei cantieri temporanei o mobili, quali definiti dall’articolo 89, comma 1, lettera a), del D.Lgs. 81/2008.

Beni Strumentali, conosciuta come “Nuova Sabatini”, è l’agevolazione messa a disposizione delle aziende dal Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE). Due i principali obiettivi: accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese e migliorare l’accesso al credito delle piccole e medie imprese (PMI).

La campagna "Ambienti di lavoro sani e sicuri 2016-2017" persegue quattro obiettivi principali:

  • promuovere il lavoro sostenibile e l' invecchiamento in buona salute fin dall'inizio della vita lavorativa;
  • prevenire i problemi di salute nel corso dell'intera vita lavorativa;
  • offrire ai datori di lavoro e ai lavoratori modalità per gestire la sicurezza e la salute sul lavoro nel contesto di una forza lavoro che invecchia;
  • incoraggiare lo scambio d'informazioni e buone prassi.

In condizioni di lavoro normali ed in assenza di rischi particolari, il vestiario da lavoro offre caratteristiche tali da fornire una sufficiente protezione dei lavoratori. Nello svolgimento di attività che presentano rischi particolari si “devono usare specifici indumenti denominati ‘indumenti di protezione’ che coprono o sostituiscono gli indumenti personali e sono progettati con specifiche caratteristiche protettive”, hanno la funzione di proteggere l’operatore che li indossa contro rischi di natura diversa, ad esempio chimica, biologica, fisica, meccanica, ... se necessario, questi indumenti possono essere indossati in combinazione con un appropriato dispositivo di protezione delle vie respiratorie e con stivali, guanti o altri mezzi di protezione.

Con l’obiettivo dichiarato di semplificare e razionalizzare adempimenti e normativa in materia di salute e sicurezza sul lavoro, in questi ultimi anni più che a vere novità, rispetto alla cornice del D.Lgs. 81/2008, abbiamo assistito a variazioni, aggiornamenti, semplificazioni, più o meno reali e compiute, della normativa preesistente.

Nell’attribuire un codice CER ai materiali di riporto esiste una difficoltà oggettiva ed una decisione soggettiva del produttore.

L’art. 4 della Legge 300/70 (Statuto del Lavoratori) pone il DIVIETO dell’uso di impianti audiovisivi e di altri apparecchi che abbiano la finalità di controllo a distanza dell’attività lavorativa, ad eccezione dei casi giustificati da esigenze organizzative, produttive o di sicurezza.

PREMESSA
Il decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 1° dicembre 2015, assunto di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze -pubblicato il 20 gennaio 2016 nella sezione della pubblicità legale del sito internet www.lavoro.gov.it - ha confermato per l’anno 2015, nella misura dell’11,50%, la riduzione contributiva a favore delle imprese edili, introdotta dall’articolo 29 del decreto legge n. 244 del 23 giugno 1995, convertito con modificazioni nella legge 8 agosto 1995, n. 341, e successive modifiche e integrazioni.
Con la presente circolare si riepiloga la normativa che regola la materia, nonché l’insieme delle modalità operative.

L’unione europea è giunta ormai vicina all’approvazione delle prime regole di cyber security, che avranno valore a livello europeo. La direttiva sulla sicurezza delle reti e dei sistemi informativi (Direttiva NIS) fa parte della strategia di cyber security che l’Unione Europea ha lanciato nel 2013.

L’obiettivo della direttiva è “garantire un elevato e comune livello di sicurezza delle reti e dei sistemi informativi”. Per far ciò, la direttiva impone agli Stati membri dell’unione europea di attuare delle misure minime di sicurezza per tutte le aziende che operano in questi specifici settori.

L’Inail rinnova il suo impegno per il welfare del Paese e con il bando Isi 2015 mette a disposizione delle imprese un plafond di 276.269.986 euro per contributi a fondo perduto. I destinatari degli incentivi sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato ed agricoltura.

Theatre Service s.r.l.

Contattaci

Sede Operativa

Via San Paolo n.3
87028 Praia a Mare (CS)

Tel.  0985/777861-777529
Fax. 0985 777883
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Sede Legale:

Piazza ltalia n.27
87028 Praia a Mare (CS)

Codice Fiscale 02629140787
Partita IVA 02629140787.

Responsabile della Protezione dei Dati:

Il Responsabile della Protezione dei Dati (RPD - DPO) per Theatre Service è la sig.ra Laino Donatella, con ufficio in via San Paolo, 3 – 87028 – Praia a Mare (CS), tel. 0985 777861, fax 0985 777883, cell. 3886966143, e-mail This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it..

Vai all'inizio della pagina